Restare vivi: un metodo

Una riflessione sul confine sottile tra individualità, eccentricità e follia

Prima del romanzo Le particelle elementari, che lo consacrerà alla fama internazionale, Michel Houellebecq in un momento di forte depressione scrisse Rester vivant, un manuale di aiuto e sostegno psicologico per tutti coloro che vivono una forte condizione di disagio dovuta alla scelta di perseguire una qualunque forma d’arte.

Diretto dai registi Erik LieshoutArno Hagers e Reinier Van BrummelenIggy Pop nel documentario rilegge il saggio poetico del grande autore francese e insieme restituiscono una riflessione sul confine sottile tra individualità, eccentricità e follia, sugli spazi sempre più stretti in cui le persone ricercano il proprio equilibrio, sul ruolo dell'artista nella società e sulla possibilità che hanno le parole di salvarci la vita.

Cast e regia

Regia

Arno Hagers, Erik Lieshout, Reinier van Brummelen

Informazioni

Genere

Documentario

Nazione

Paesi Bassi

Anno

2016

Durata

70'

FOTOGALLERY