LOVE_ME_STANGER_PRIMA_PUNTATA Preview

CON CHIARA FRANCINI UN VIAGGIO IN QUATTRO PUNTATE
PER RACCONTARE LE RELAZIONI OLTRE OGNI CONFINE

Che significato ha oggi il termine “straniero”, in una società in costante cambiamento, sempre più globalizzata e dai confini ormai labili? Dopo il successo di “Love Me Gender”Chiara Francini intraprende un nuovo viaggio in Italia alla scoperta di storie e relazioni ai tempi del multiculturalismo.
 
 

 

  • Rosy

    Rosy è di origini cinesi ed è arrivata a Milano con la famiglia da bambina negli anni ‘70, quando ancora era difficile integrarsi. A soli 17 anni si è innamorata di un ragazzo italiano e, contrastata dalla famiglia, ha deciso di scappare di casa con lui. Da quell’amore sono nati poi due bambini… ma nulla è eterno, nemmeno per le coppie miste! Dopo il divorzio, ha ripreso i contatti con un vecchio compagno di scuola, sempre italiano, con il quale è nato un nuovo amore, un nuovo bimbo e un progetto lavorativo comune: un ristorante italo-cinese.

    Mi sarei strappata la pelle di dosso pur di somigliare agli occidentali.

    Rosy
  • Noè

     

    Noè ha 25 anni, è di etnia sinti e vive in un villaggio di roulotte vicino Prato. Da sempre appassionato di moda, da qualche anno è riuscito a creare il suo marchio di vestiti, che ha avuto così tanto successo da sfilare al Pitti. Con la sua determinazione è riuscito a rendere fiero di sé anche suo padre, giostraio da generazioni, che inizialmente non credeva nel suo sogno. Grazie all’aiuto della sua socia Gabriella, di origini serbe, e agli altri componenti della squadra, Noè è riuscito a diventare il primo stilista sinti al mondo. 

    È difficile essere uno straniero nel tuo Paese.

    Noè
  • Dawda

    Caterina e Dawda si sono conosciuti in un centro d’accoglienza dove Caterina insegnava italiano ai richiedenti asilo e Dawda era uno dei suoi allievi, arrivato in Italia dopo un lungo viaggio dal Gambia. Dopo un’iniziale amicizia, quando Caterina viene assunta in un altro centro di accoglienza, possono finalmente frequentarsi fino ad andare a convivere e unirsi civilmente.
    Dawda è riuscito a far capire ai genitori di Caterina la sincerità del suo amore ed è anche molto integrato anche nella piccola comunità di Legoli, dove oggi i due vivono insieme condividendo amicizie e passioni.

    Qui i vecchietti sono tutti i miei amici.

    Dawda
Foto gallery
live streaming banner
foto profilo
{{currentUser.name}}
L’email dove riceverai le notifiche e le newsletter a cui ti sei iscritto. La tua privacy è importante per noi.
{{videoYoutubeTitle}}
{{videoYoutubeSubtitle}}